Il Gran tour della Sicilia Occidentale

La Sicilia Occidentale prevalentemente influenzata dalla cultura araba e successivamente da quella normanna, conserva ancora oggi numerosi villaggi medievali, zone archeologiche e monumenti oltre agli splendidi scenari marittimi delle isole Egadi. Quest’area, praticamente più vicina alla Tunisia che alla penisola italiana, è pervasa da un’atmosfera decisamente africana. Nella provincia ci sono villaggi i cui nomi possono essere ricondotti alle radici arabe, le feste e le usanze ci riportano indietro alle antiche culture e testimonianze di antichi popoli di origine misteriosa come gli Elimi, le ritroviamo in Segesta e nella cittadella sacra di Erice, ad oggi il borgo medievale più bello e romantico dell'isola. Non mancano esempi della presenza cartaginese (come a Mozia) e di quella araba (come a Marsala e Mazara del Vallo). Uliveti, vigneti, fertili pianure donano un’indubbia e pregiatissima qualità ai vini e al cibo dell'intera area occidentale: il pesce spada, i frutti di mare, il tonno, il couscous piatto arabo più tradizionale; il vino di Marsala considerato dal grande Nelson “il vino degno della mensa di qualsiasi signore e anche del banchetto degli dei” ed il rinomatissimo vino da dessert di Pantelleria, il vero Moscato, quello liquoroso e dolce ad alta gradazione.
 

Scarica il programma completo

Scarica il modulo di adesione